5 Settembre 2019 Nessun Commento How To

Come scegliere gli asciugamani per la casa

tessuto per asciugamani

I protagonisti assoluti della biancheria da bagno. Singoli o in set, gli asciugamani bagno non possono mancare in nessuna casa. Ma quali sono le caratteristiche che rendono un asciugamano di qualità? Come fare a riconoscere il prodotto che fa per noi e per le nostre esigenze? A queste domande proveremo a rispondere oggi, elencando pratici consigli per scegliere asciugamani per bagno

come scegliere gli asciugamani

Scegliere il tessuto per asciugamani

Prima di tutto bisogna fare una necessaria distinzione tra i tessuti utili ad asciugare il corpo e quelli più adatti ad assorbire l’acqua in eccesso da piatti e superfici. Bisogna tener presente che l’assorbenza deriva dalla massimizzazione dell’area superficiale.

Gli asciugamani di cotone, dunque, sono consigliati per mani e corpo, quelli di lino vanno benissimo per asciugare piatti e bicchieri, i cosiddetti “strofinacci”.

Un tessuto spugnoso è indubbiamente più assorbente e asciuga da entrambi i lati: avrai così a disposizione una superficie più vasta per l’asciugatura. Il lino lavorato è un mix di lino, cotone e rayon: una perfetta scelta per asciugare i piatti perché aumenta l’evaporazione. Per i bicchieri, invece, si consiglia il lino di Damasco, che non lascia aloni.

Il lino puro, infine, è forte, resistente e super assorbente: ideale un po’ per tutto, cristalleria compresa. Esistono anche asciugamani in microfibra che hanno il vantaggio di essere leggeri e sottilissimi e di asciugarsi molto velocemente.

asciugamani di cotone

Asciugamani di cotone

Sono tante le varianti possibili per questo prodotto: telo, spugna, con lavorazioni jacquard o a nido d’ape. Su Carillo puoi trovare una vasta scelta di modelli, colori e fantasie.

Gli asciugamani in cotone si possono lavare in lavatrice a 60 °C, ma ricorda di non aggiungere troppo ammorbidente, per non rischiare di ridurre nel tempo la loro capacità di assorbimento dell’acqua. Non è necessario stirarli, basta stenderli bene e piegarli con cura, una volta asciutti.

set di asciugamani

Biancheria da bagno: misure per set di asciugamani

I set di biancheria da bagno sono solitamente composti da asciugamani per il viso, da quelli per il bidet e da teli più grandi per la doccia. A volte all’interno del coordinato sono presenti anche asciugamani più piccoli per asciugarsi le mani, soprattutto in viaggio, le cosiddette “lavette”. Non di rado, all’interno dei set, si trovano anche gli accappatoi abbinati.

Le dimensioni possono variare, ma solitamente la misura del telo bagno è di circa 100 x 150 cm, quella dell’asciugamano medio si aggira intorno ai 60 x 100 cm, l’asciugamano per il bidet misura 40 x 60 cm e gli asciugamani utilizzati per le mani, quelli da sistemare nel bagno per gli ospiti, le “lavette”, hanno una misura anche di soli 30 x 30 cm.

La giusta quantità di asciugamani per la casa? Una regola generale non scritte suggerisce che ogni componente della famiglia abbia bisogno di almeno tre asciugamani: quello da viso, quello da bidet e il telo bagno. Sarà quindi necessario corredarsi di biancheria da bagno bastante per tutta la famiglia e per eventuali ospiti.

Per quanto riguarda gli abbinamenti, poi, anche gli asciugamani non scampano alle scelte di stile che coinvolgono l’intero arredamento del bagno. La biancheria bianca è sempre una soluzione elegante e non crea vincoli estetici, ma per ottenere un ottimo effetto si possono scegliere nel colore e nelle sfumature presenti nelle piastrelle, con motivi geometrici o floreali, a righe. Molto quotati anche gli asciugamani colorati, come l’asciugamano Pantone, in colori accesi e brillanti.

asciugamano di qualità

Come riconoscere un asciugamano di qualità

Ci sono degli indizi che ci fanno capire se quello che stiamo acquistando è un asciugamano di alta qualità. Le fibre di cotone migliori sono lunghe e stanno ben dritte. Inoltre al tatto gli asciugamani di spugna migliori sono morbidi e vellutati e hanno un peso consistente.

Per valutare l’affidabilità di un prodotto per biancheria da bagno uno dei valori di riferimento è il GPM, cioè grammi per metro, ottimo a partire da 550 gpm. Se l’etichetta non riporta questo dato, possiamo toccare il tessuto e provarne peso e consistenza afferrandolo e assicurandoci che non disperda pelucchi e filo: così ci assicuriamo che il telo non perda corposità.

lavare gli asciugamani

Lavare gli asciugamani: pratici consigli

Per avere asciugamani di spugna morbidi è indispensabile lavarli spesso subito dopo l’acquisto e prima dell’uso. Questa procedura serve a lavare via i residui chimici della fabbricazione e a liberare meglio il potere assorbente del cotone.

Dopo numerosi lavaggi, infatti, le fibre riescono a svolgere meglio il compito per il quale sono state assemblate, ovvero assorbire l’acqua. Il candeggio, utile a smacchiare e far splendere il bianco, ammorbidisce gli asciugamani senza consumarli.

In definitiva, un buon asciugamano è quello che non perde colore, né fili, né pelucchi, morbido e resistente. Scopri le proposte Carillo per la tua biancheria da bagno!