10 Ottobre 2019 Nessun Commento How To

Come lavare le tende, a mano e in lavatrice

tende da interni

La nuova stagione porta con sé un imperativo: lavare le tende! Molto spesso l’arrivo di una nuova parte dell’anno stimola al cambiamento e c’è chi ne approfitta per sostituire le tende della stagione precedente.

Una casa fresca, pulita, ben curata e sempre in ordine, si vede anche e soprattutto dalle tende: diventa quindi necessario pulire le tende da interni ad ogni cambio di stagione. Tra le pieghe delle tende si annidano, inoltre, batteri che possono provocare allergie e irritazioni delle vie respiratorie.

Non lasciare che sporcizia, polveri, residui di fumo e nicotina si accumulino, penetrando nelle fibre del tessuto, causando quel terribile odore di stantio e rovinando il nostro elemento d’arredo.

Le tende cucina sono indubbiamente quelle che vanno lavate più frequentemente, dal momento che sono esposte anche ai vapori emanati dalle cotture. Vediamo quindi qualche utile consiglio per lavare e sbiancare le tende.

lavaggio tende a vapore

Cosa fare prima di lavare le tende

Prima di procedere al lavaggio delle tende, è bene esaminare con cura il tessuto di cui sono fatte e l’etichetta con le istruzioni per la pulizia: nel caso in cui abbiate dubbi, portatele in lavanderia per il lavaggio a secco.

Generalmente, però, le istruzioni riportate sulle etichette dei tessuti d’arredamento moderni sono affidabili. Nel caso di tende confezionate su misura, chiedete consiglio al tappezziere.

lavare le tende

Siete sicuri che le vostre tende possano essere lavate con l’acqua? Bene, ora controllate il meteo: le condizioni atmosferiche devono essere favorevoli per una rapida asciugatura dei tendaggi. Le tende devono asciugare in modo naturale: è poco consigliato l’uso dell’asciugatrice elettrica, a meno che non si usi un’asciugatrice orizzontale a vapore.

Il clima migliore per asciugare le tende è quello asciutto e ventilato: l’umidità, infatti, rallenta l’asciugatura e favorisce la formazione di cattivi odori e di macchie di muffa. Attenzione al sole: l’esposizione diretta favorisce l’ingiallimento dei tessuti bianchi.

Se avete deciso che è la giornata giusta per lavare le tende è giunto il momento di staccare i drappi dal bastone. Ricordatevi di raccogliere i ganci in un luogo accessibile e facile da ricordare. Prima di staccare completamente la tenda, eliminate il grosso della polvere passando l’aspirapolvere o la spazzola elettrica. Nel caso di una tenda dal tessuto pregiato e delicato, limitatevi a scuoterla leggermente sul davanzale o all’aperto, dopo aver staccato tutti gli elementi metallici.

Passate poi all’ispezione della superficie per individuare l’eventuale presenza di macchie e aloni che necessiteranno di un pretrattamento.

lavaggio delle tende

Come lavare le tende a mano

Come lavare le tende senza stropicciarle? Lavandole a mano in acqua fredda. In questo caso bisogna prima pretrattare le macchie a tessuto asciutto col sapone di Marsiglia. Questo detergente naturale può essere lasciato ad agire anche per ore, senza nessun danno.

Evitate di sfregare le macchie, ma limitatevi a tamponarle, per non allargarle e farle penetrare di più all’interno della trama del tessuto. Potete poi passare ad una sorta di pre-ammollo senza sapone, adagiando la tenda nella vasca da bagno con acqua fredda per 15 minuti, cambiando l’acqua e ripetendo l’operazione un paio di volte.

tessuto tende

A questo punto ci possiamo dedicare al lavaggio delle tende vero e proprio, riempiendo la vasca da bagno in cui abbiamo sistemato la tenda con acqua fredda e detersivo liquido per tessuti delicati o sapone di Marsiglia a scaglie diluito in acqua, con l’aggiunta di un bicchiere di aceto bianco, igienizzante e ravivvacolori.

Lasciate le tende in ammollo per un periodo che vari dai 20 minuti a qualche ora, a seconda dei tessuti e di quanto è sporca la tenda. Poi passate al risciacquo che deve essere estremamente accurato: cambiate l’acqua fino a quando non ci saranno più tracce di sapone.

tenda bianca

Come sbiancare le tende

Nel caso di tendaggio bianco, il procedimento è pressoché simile, ma al posto dell’aceto è possibile aggiungere 2-4 cucchiai di bicarbonato di sodio o di perborato.

Per sbiancare tende ingrigite è assolutamente vietato l’uso della candeggina, un prodotto chimico che favorisce l’ingiallimento e le macchie. Se le tende sono ingiallite dal tempo preparate una miscela all’ossigeno attivo con 2-3 tazze di sapone di Marsiglia a scaglie, 2 cucchiai di percarbonato di sodio e 2-3 cucchiai di sale grosso. Aggiungete il tutto all’acqua in cui avete posto le tende a mollo, ad una temperatura inferiore ai 30°.

tende arredo

Come lavare le tende in lavatrice

Grazie ai moderni e specifici programmi è possibile eseguire anche un preciso lavaggio tende in lavatrice. Prima di procedere, però, è bene avere qualche accortezza: piegate bene le tende e chiudetele negli appositi sacchi per bucato o in singole federe, per evitare che si usurino a contatto col cestello metallico della lavatrice.

Il cestello non deve essere pieno per non ostacolare il flusso dell’acqua e facilitare la pulizia dei tessuti. Per il lavaggio utilizzate detergenti delicati liquidi: così non si formeranno grumi di detersivo. La dose giusta è la metà di quella indicata per il normale bucato.

Cercate sulla vostra lavatrice il programma apposito per tende e tessuti di arredo. Se manca scegliete un programma breve per delicati, con temperatura non superiore ai 30°. Ammorbidente? No, grazie. Meglio mezzo bicchiere di aceto bianco diluito in acqua fredda e inserito nell’apposita vaschetta.

Dopo il risciacquo tocca alla centrifuga: il ciclo deve essere leggero e breve, a 400-450 giri, ma solo se i tessuti delle tende possono reggere questo trattamento.

come lavare le tende

Come asciugare le tende

Abbiamo già spiegato nell’articolo “Come stendere la biancheria per non stirare” che per evitare di passare ore e ore a stirare la biancheria per la casa è importante il momento dell’asciugatura. Le tende vanno stese subito dopo l’eventuale centrifuga, riappendendole direttamente ai loro ganci e aprendo la finestra per facilitare la circolazione dell’aria: le tende asciugheranno verticalmente e il loro peso eviterà la formazione di pieghe antiestetiche.

Nel caso di tende lavate a mano o non sottoposte a centrifuga, si procede a stenderle ancora piene d’acqua all’esterno, sempre in posizione verticale, per consentire una stiratura naturale. Potrete sistemare eventuali grinze con una spazzola a vapore, tirando il tessuto verso il basso per spianarlo. Dopo circa 48 ore è possibile applicare le calamite apposite che tendono le tende raccolte.

tende casa

Come stirare le tende

Se, nonostante la buona volontà, vi toccherà comunque stirare le tende casa dovrete comunque usare il  ferro da stiro, allora il consiglio è quello di stirare le tende quando sono ancora umide senza azionare il  getto di vapore. Per essere sicuri di non rovinare il tessuto, mettete tra la piastra e la tenda un panno protettivo antilucido ed utilizzate un appretto spray.

Ultimo accorgimento: prima di appenderle, assicuratevi di aver pulito le finestre, il bastone e i ganci o rischierete di vanificare tutto il duro lavoro fatto!

pulire le tende

E se hai voglia di tende nuove corri su Carillo Home e scopri la nuova bellissima collezione!