4 Aprile 2019 Nessun Commento Interior Design Trends

Arredamento Shabby Chic: alla scoperta dello stile vintage

arredamento shabby chic

Il comfort, la bellezza dell’imperfezione, il fascino degli oggetti rovinati dal tempo uniti al piacere di una vita semplice e pratica: questi sono i fondamenti di ciò che oggi conosciamo come lo stile Shabby Chic.
Rachel Aswell

In Inghilterra, negli anni’80, nacque uno stile di arredamento destinato a diventare amatissimo e sempre in cima alle principali tendenze in fatto in interior design. Stando al significato del termine Shabby Chic, letteralmente si intende uno stile trasandato, vissuto, abbandonato a se stesso. Tutta apparenza! Arredare in Stile Shabby prevede in realtà un’attenzione continua ai dettagli e l’impegno in piccoli accorgimenti.

Fin dalle origini, questa tendenza di arredo, si incentra sul recupero di vecchi oggetti, sottoposti successivamente ad un’opera di restauro per conferire loro quell’aspetto vissuto e affascinante. Ogni angolo della casa viene disseminato di pezzi di storia, che hanno ancora molto da raccontare.

shabby chic

Come arredare casa in stile Shabby Chic: colori e materiali da scegliere

Le tinte che caratterizzano l’arredo Shabby Chic sono chiare e tendenti al pastello, come il beige, l’avorio, il grigio chiaro e il bianco. Meglio inserire qua e là qualche tocco di rosa cipria, azzurro carta da zucchero e verde menta per ravvivare i toni bianchi.

I materiali impiegati sono legno e lino, possibilmente nella versione bianco slavato. La vernice sui mobili Shabby Chic, infatti, non deve essere perfetta, ma deve dare quel particolare senso di vintage. Le ispirazioni country e provenzali sono elementi presenti in ogni casa Shabby Chic, ma attenzione a non esagerare: si potrebbe sconfinare nello stile rustico o trasformare la casa in una villetta francese.

Nella scelta degli elementi d’arredo è importante tenere conto della differenza tra i vari stili, per non creare confusione: i mobili in stile shabby chic non hanno una forma particolare e definita, ma “solo” un’aria vintage, data dalla tecnica della “decapatura” e dalla verniciatura imperfetta. I mobili in stile provenzale, invece, si distinguono per le linee morbide e tondeggianti e per una palette cromatica più intensa, con la presenza di lavanda e blu.

camera da letto shabby

Shabby Chic Interiors: l’old style in cucina e in camera da letto

Il regno di questo stile anticato è la cucina. In questo ambiente domestico si concentrano al meglio tutti gli elementi dello Shabby Chic. Si parte dal tavolo, che per rispettare i canoni della tipologia di arredamento, deve essere rotondo e rigorosamente in legno. Le sedie potranno essere dello stesso materiale, o si potrà optare per quelle “da bistrot”, con la stilosissima seduta in paglia.

Sul dibattito intorno al come arredare una cucina in stile Shabby Chic c’è una cosa su cui tutti sono concordi: la credenza. Questo elemento non deve mai mancare. Che sia alta o bassa, aperta o chiusa, la credenza deve esserci, con la sua immancabile vetrinetta nella quale mettere in mostra piatti e bicchieri.

In ogni Camera da Letto Shabby Chic che si rispetti tutto deve essere improntato al romanticismo. Il protagonista assoluto dell’ambiente è il letto, da preferire nelle versioni ampie e confortevoli. Un materasso particolarmente alto, come quelli di una volta, appoggiato su una base, sollevata da terra, in legno, in ferro battuto o imbottita.

Un’attenzione particolare va dedicata alla testiera, di solito abbinata alla struttura, ma che in questo stile può anche essere personalizzata secondo il proprio gusto. In molti esempi di arredamento Shabby Chic la testiera del letto è ricavata da pezzi di mobili antichi. In ogni caso, per rispettare i canoni “anticati”, il letto più indicato per lo Shabby Chic è quello a baldacchino o con cielo di letto e tendaggio che richiama il mondo country.

Cassettiera e toletta sono i mobili che completano l’arredamento della camera da letto vintage. Un vero must è la coiffeuse con specchiera, che ricorda proprio le camere del passato, quando le donne passavano ore a prepararsi sedute davanti allo specchio prima di uscire, o a pettinarsi la lunga chioma prima di andare a letto.

home decor shabby chic

Oggetti e decorazioni Shabby Chic: tessuti, materiali e fai-da-te

Nella scelta della biancheria da casa Shabby Chic è possibile puntare sui tessili: cotoni più o meno grezzi e morbide sete per lenzuola, coperte e copriletti, ma anche per cuscini ornamentali, runner e plaid. Tante le fantasie disponibili dei tessuti shabby a metraggio. Qui e là non può mancare un tocco di prezioso pizzo macramè per completare impeccabilmente gli ambienti.

Molto amate le tende Shabby Chic con le loro fantasie delicate e le tenui sfumature: motivi floreali, stampe foliage e naturali, righe bicolori, cuori, pois ed eleganti finiture decò come passamanerie e ricami. Tra i materiali più utilizzati per il confezionamento delle tende a vetro shabby sono preferiti quelli freschi e naturali, comeil lino, il cotone e la seta.

Per gli accessori via libera alla fantasia. Protagonisti assoluti dello stile Shabby Chic sono i cuscini, dal tocco country. Mensole in cucina per ospitare servizi di porcellana vintage, piatti spaiati e stoviglie decorate con motivi floreali. Presentissimi anche gli utensili di latta: i piccoli annaffiatoi diventano dei vasi chic pieni di fiori dai toni delicati, come ortensie e lavanda. Oltre ogni regola, oltre ogni norma dettata dallo stile, a fare la differenza sono gli elementi d’arredo fai-da-te. Amanti dello stile Shabby Chic? Tirate fuori dalla soffitta tutti i vecchi oggetti delle mamme e delle nonne che pensavate non trovassero posto nella vostra casa moderna. Con un po’ di decoupage e tanta pazienza, diventeranno dei preziosi alleati per un perfetto arredamento Shabby Chic.

Share: